Confermando la mia intenzione di favorire un forte connubio tra Università e Amministrazione comunale, apprendo con grande entusiasmo le dichiarazioni del magnifico rettore Vincenzo Zara, che mi sento di ringraziare per i tre nuovi corsi istituiti dall’Università del Salento.

DAMS, Viticoltura ed Enologia, e Manager del turismo, avviati a partire dal nuovo anno accademico 2017/2018, saranno un’opportunità enorme per creare occupazione e sviluppo, mettendo in rete la domanda di lavoro con l’offerta formativa. Soprattutto per quanto concerne il corso di studio in enologia, punteremo molto sull’organizzazione di corsi in lingua inglese e sulla sponsorizzazione all'estero della nostra offerta formativa. Lo studio della vinificazione sarà il fiore all’occhiello in un territorio come il nostro, considerato insieme alla Francia la patria del vino, nonché l’unico Paese riconosciuto dalla CEE per la produzione di grappa.

L’idea di città che io ho in mente è a disposizione di questo schema formativo, che ispira una visione di rinnovamento e di evoluzione culturale. Ritengo importante valorizzare le vocazioni del territorio nell’ottica di una sempre maggiore apertura dell’Università a nuove sfide.

Per questo accolgo con soddisfazione la spinta innovativa ed il cambiamento che sin dal nuovo anno accademico porteranno nel nostro Ateneo i 3 nuovi corsi di laurea, rafforzando da una parte l’offerta didattica in chiave europea e aumentando, dall’altra, l’appeal dell’Università del Salento nei confronti di nuovi target; penso ad esempio a tanti studenti che dall’estero potrebbero approfittare di questa nuova, straordinaria frontiera.

 

Mauro Giliberti