Un’agenda fitta di appuntamenti con i residenti di tutte le zone di Lecce per il candidato sindaco di centrodestra, Mauro Giliberti, che si prepara a vivere l’ultima settimana di campagna elettorale prima del ballottaggio con lo stesso impegno di sempre.

“In tutti questi mesi non ci siamo fermati un istante e continueremo a lavorare incessantemente fino all'ultimo giorno. Il mio comitato elettorale, a cui non a caso ho voluto simbolicamente attribuire il nome di Porto Mauro, ha davvero rappresentato per centinaia di leccesi un porto sicuro, un luogo di incontro e di confronto sui veri problemi della città, al di fuori di ogni retorica. Abbiamo ascoltato i cittadini, conosciuto storie, incontrato volti, condiviso emozioni. Siamo ritornati con ancora più convinzione in tutti i quartieri di Lecce, dal centro storico alle periferie e alle marine, per toccare con mano le esigenze di ogni singola area e far conoscere ai residenti il nostro programma, in vista della chiamata alle urne del 25 giugno. Sono i contenuti l’unico vero fulcro della nostra campagna elettorale”.

Lunedì 19 giugno

h 9.30 - Piazza Napoli

h 11 - Zona 167

h 12.30 - Piazza Partigiani

h 18.30 - Officine Cantelmo (confronto tra candidati sindaco)

 

Martedì 20 giugno

h 10.00 - Piazza Mazzini

h 11.30 - Piazza Sant’Oronzo

h 20 - Piazza di Villa Convento

 

Mercoledì 21 giugno

h 17.00 - Quartiere Leuca

h 20.00 - Zona Aria Sana

 

Giovedì 22 giugno

h 10.00 - Quartiere San Pio

h 11.30 - Quartiere Rudiae/Ferrovia

h 18.00 - Quartiere Ariosto/Salesiani

h 19.00 - Rione Santa Rosa (pressi del bar “I Colitta”)

Ripristinare urgentemente le 4 corsie all'altezza della galleria Condò sulla tangenziale ovest di Lecce. Sono mesi ormai che gli automobilisti fanno i conti con i lavori che interessano uno dei tratti a maggior densità di traffico dell'intero anello delle tangenziali, quello che mette in collegamento l'arco jonico e i comuni più popolosi della provincia (Nardò, Gallipoli, Casarano, Copertino, Galatina) con la superstrada per Brindisi, il nord Salento e i principali ingressi alla città capoluogo. Chiediamo ad Anas di affrettare la riapertura a doppia corsia della galleria non solo per non pregiudicare i tempi di percorrenza da e per le località turistiche, con l'estate alle porte, ma soprattutto per ragioni di sicurezza. All'imbocco del tunnel infatti gli automobilisti che sopraggiungono alla normale velocità di crociera di 70/80 km orari si trovano all'improvviso code di autoveicoli a passo d'uomo, con effetti imbuto che possono essere causa di tamponamenti ed incidenti, come dimostrano le foto che alleghiamo.Ripristinare urgentemente le 4 corsie all'altezza della galleria Condò sulla tangenziale ovest di Lecce. Sono mesi ormai che gli automobilisti fanno i conti con i lavori che interessano uno dei tratti a maggior densità di traffico dell'intero anello delle tangenziali, quello che mette in collegamento l'arco jonico e i comuni più popolosi della provincia (Nardò, Gallipoli, Casarano, Copertino, Galatina) con la superstrada per Brindisi, il nord Salento e i principali ingressi alla città capoluogo. Chiediamo ad Anas di affrettare la riapertura a doppia corsia della galleria non solo per non pregiudicare i tempi di percorrenza da e per le località turistiche, con l'estate alle porte, ma soprattutto per ragioni di sicurezza. All'imbocco del tunnel infatti gli automobilisti che sopraggiungono alla normale velocità di crociera di 70/80 km orari si trovano all'improvviso code di autoveicoli a passo d'uomo, con effetti imbuto che possono essere causa di tamponamenti ed incidenti, come dimostrano le foto che alleghiamo.Sono mesi ormai che gli automobilisti fanno i conti con i lavori che interessano uno dei tratti a maggior densità di traffico dell'intero anello delle tangenziali, quello che mette in collegamento l'arco jonico e i comuni più popolosi della provincia (Nardò, Gallipoli, Casarano, Copertino, Galatina) con la superstrada per Brindisi, il nord Salento ei principali ingressi alla città capoluogo. Chiediamo ad Anas di affrettare la riapertura a doppia corsia della galleria non solo per non pregiudicare i tempi di percorrenza da e per le località turistiche, con l'estate alle porte, ma soprattutto per ragioni di sicurezza. All'imbocco del tunnel infatti gli automobilisti che sopraggiungono alla normale velocità di crociera di 70/80 km orari si trovano all'improvviso code di autoveicoli a passo d'uomo, con effetti imbuto che possono essere causa di tamponamenti ed incidenti, come dimostrano le foto che alleghiamo.Sono mesi ormai che gli automobilisti fanno i conti con i lavori che interessano uno dei tratti a maggior densità di traffico dell'intero anello delle tangenziali, quello che mette in collegamento l'arco jonico e i