Continua il lavoro dell’associazione "MoviMenti" sulla sicurezza urbana, che si avvale del contributo dell’associazione 0832 Italia e di tanti cittadini interessati ad un tema così fortemente sentito.

Sicurezza e decoro sono le priorità, perciò occorre:

- riattivare da subito il sistema di videosorveglianza nel centro storico con un nuovo contratto di manutenzione, che attendiamo ancora a causa dei ritardi del Ministero dell’Interno, e potenziare l'illuminazione stradale per scoraggiare atti di vandalismo;  

- applicare il divieto di vendere sotto il prezzo di mercato le bevande alcoliche, così come disposto dal Decreto Sicurezza, specie ai minori, e nelle ore serali, per azzerare bivacchi e fenomeni di vandalismo o teppismo. Gli arredi urbani e i monumenti sono sacri;

- posizionare le telecamere di sorveglianza anche in circuiti non propriamente turistici, come i viali adiacenti la stazione ferroviaria, al fine di contrastare il fenomeno della prostituzione di strada;

- garantire la sicurezza delle famiglie e dei bambini con l’aumento della presenza di vigili urbani all’interno della Villa comunale soprattutto in orari serali, anche attraverso l'ausilio della polizia a cavallo.

Determinante sarà il ruolo del manager della sicurezza pubblica (Mus), di diretta emanazione del sindaco e del tavolo tecnico permanente alla presenza del comandante della polizia municipale, per assicurare un contatto diretto tra cittadino e sala operativa della polizia locale, anche grazie ad un’app per smartphone e ad un numero verde che consenta di accorciare i tempi di intervento. 

Il monitoraggio della videosorveglianza sarà coordinato dal Comune e le immagini saranno gestite sia dal comando della polizia municipale, sia dalla sala operativa della Questura, in costante dialogo.

Sicurezza significa: favorire lo sviluppo di attività commerciali e di interesse turistico.

Se vuoi conoscere in maniera più approfondita il mio programma sulla sicurezza clicca qui

 

Mauro Giliberti