Sono i giovani a fare grandi le idee

I giovani amano vivere in città, la vogliono green e vivace, auspicano trasporti e servizi pubblici efficienti. La città che intendiamo proporgli è una città costruita attorno alle loro esigenze, nella quale potenziare i servizi di Wi-Fi libero, animata da una nuova programmazione culturale diffusa che punti al coinvolgimento attivo delle realtà giovanili della nostra città sia nelle scelte sia nella organizzazione delle attività.

I nodi politici e sociali più rilevanti per i nostri giovani rimangono il futuro e la capacità del territorio di creare le condizioni favorevoli per fare impresa e creare occupazione.

Contribuisci alla costruzione del futuro di Lecce offrendomi anche tu idee, spunti e segnalazioni a programma@maurogiliberti.it

  • GIOVANI

    Un altro importante obiettivo da raggiungere è quello di rendere Lecce più attrattiva per i giovani, non solo nelle ore serali e nei luoghi della movida, ma anche in un’ottica di riequilibrio demografico, di vivacità culturale, di facilitazione della creazione di nuove occasioni imprenditoriali e di occupazione.

    Mutuando esperienze positive già sperimentate in altre realtà, intendiamo realizzare un servizio di job matching che rafforzi la collaborazione tra istituzioni pubbliche, agenzie pubbliche e private, rappresentanze datoriali e sindacali, sistema delle imprese e della cooperazione, università, centri di ricerca e scuole, fornendo accoglienza, orientamento, formazione e supporto alla creazione di impresa quali risposte concrete per i giovani in cerca di occupazione.

    In collaborazione con le scuole, proseguiremo le esperienze di alternanza scuola-lavoro e di promozione di campagne di sensibilizzazione sui temi della cittadinanza attiva e della legalità.

  • LECCE CITTÀ UNIVERSITARIA

    Miglioreremo l’attrattività della città universitaria considerandola non come un contesto autonomo, separato dal sistema locale, ma come parte integrante del tessuto economico e di quello sociale cittadino. La dislocazione delle sedi sul territorio urbano rafforza l’idea di un’università diffusa alla quale offrire adeguati servizi a supporto. 

    Rafforzeremo il dialogo con tutte le istituzioni universitarie cittadine, con l’Ateneo, il Conservatorio musicale, l’Accademia di Belle Arti.

    Disegneremo il futuro di Lecce Città Universitaria Internazionale insieme all’Ateneo, avviando un tavolo di lavoro permanente e definendo, su modello di altre realtà (ad esempio Bergamo e gli indirizzi CRUI  Conferenza dei Rettori delle Università Italiane presieduta dal Prof. Paleari), una Convenzione Quadro che definisca un rapporto non episodico tra Città e Università, sia in relazione alla ricerca scientifica che alla collaborazione istituzionale, determinante anche per l’attrazione di fondi europei. Il dovere del dialogo e il rafforzamento del rapporto tra studenti – università – città, vedrà la gestione condivisa del patrimonio immobiliare pubblico e dei contenitori culturali, oltre ad una più stretta collaborazione su temi quali l’internazionalizzazione, lo sviluppo urbanistico, la gestione condivisa del sapere, la congressualità e, più in generale, il rapporto tra facoltà e territorio.

    Ci impegneremo a realizzare un residence per studenti Erasmus aperto anche per i servizi agli studenti fuori sede, riqualificando immobili esistenti, e supporteremo l’Università nel raggiungimento del traguardo di più di 20.000 iscritti. Lo faremo incrementando i servizi pubblici in favore degli studenti, promuovendo l’offerta di servizi integrati e agevolazioni per momenti di intrattenimento e svago, incrementando la disponibilità di luoghi di studio aperti anche nel weekend, definendo sconti fiscali per chi affitta agli studenti e progetti per favorire l’ospitalità degli studenti fuori sede da parte degli anziani, garantendo un’offerta adeguata di trasporto pubblico (in particolare da e verso Ecotekne e nelle ore serali e notturne),  più sport e convenzioni con gli impianti sportivi.

    Rafforzeremo la collaborazione con l’Isufi. Ci avvarremo delle competenze scientifiche presenti nell’Università del Salento per supportare la valorizzazione di proprietà comunali quali contenitori culturali, parchi, Teatro Apollo, Acquatina di Frigole, Masseria Tabacchi, anche grazie alla prossima attivazione di tre nuovi corsi di laurea (DAMS, Viticoltura ed Enologia, Manager della filiera turistica). 

    L’Ufficio Lecce Universitaria garantirà una costante interazione fra Università e amministrazione comunale, fra studenti, proprietari di immobili e operatori commerciali.

  • PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 4.0 – INNOVAZIONE

    La Pubblica Amministrazione (PA) deve essere reattiva nei confronti dei cambiamenti derivanti dalle trasformazioni digitali e deve innovare i propri servizi per adeguarli costantemente alle esigenze di nuova generazione dei cittadini digitali e/o nativi digitali e per soddisfare i bisogni reali dei cittadini. Una PA con servizi digitali che superi la logica dei procedimenti, semplifichi la burocrazia e faciliti il coordinamento tra enti e competenze, anche in vista della prossima definizione del fascicolo digitale del cittadino.

    La PA della città di Lecce che intendiamo ri-organizzare passa necessariamente attraverso il rafforzamento dell’importanza del lavoro pubblico, spesso oggetto di pregiudizi e distorsioni mediatiche. Tutte le trasformazioni della città avvenute negli anni non sarebbero state possibili senza il prezioso supporto di dipendenti comunali competenti nei vari settori e profili professionali.

    Vogliamo proseguire, incentivando l’aggiornamento professionale continuo e lo sviluppo delle competenze digitali, con un ripensamento organizzativo e funzionale che valorizzi le professionalità interne, l’open government e l’open innovation, l’interoperabilità dei sistemi e la collaborazione con le altre istituzioni territoriali. Faciliteremo il benchmarking e lo scambio di esperienze e buone prassi con altre PA italiane ed europee, anche al fine di migliorare la qualità dei servizi e il riuso di piattaforme tecnologiche in favore di cittadini e imprese. 

    Vogliamo una Lecce attrattiva per le imprese esterne e per i giovani talenti, con servizi pubblici digitali e burocrazia snella, pronta a rispondere ai fabbisogni di innovazione tecnologica, sociale e territoriale, integrata nelle politiche di sviluppo della Strategia Smart Puglia 2020 e in grado di fornire cittadinanza, competenze, inclusione e crescita digitali a supporto dell’economia cittadina.

    Promuoveremo la definizione di un’agenda digitale locale per il miglioramento dell'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, anche avvalendoci delle risorse previste nella Programmazione 2014-2020. Supporteremo la creazione di reti di spazi pubblici quali punti di accesso pubblici assistiti di promozione della cultura digitale, veri e propri centri di democrazia partecipata e di co-working.

    Daremo un maggiore impulso alla trasparenza, promuovendo iniziative ad hoc che facilitino l’informazione, il monitoraggio e la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politico-amministrativa comunale. In un’ottica di “municipio open” renderemo tracciabile l’attività degli organi di governo cittadino, facilitando il reperimento di informazioni utili su ogni assessore/consigliere comunale: presenze, atti, commissioni, attività. 

    Una sede unica per gli uffici comunali faciliterà il coordinamento tra settori e il rapporto con i cittadini.

  • LE NOSTRE PRIORITÀ
    • servizio di job matching
    • alternanza scuola-lavoro
    • promozione di campagne di sensibilizzazione sulla legalità
    • Ufficio Lecce Universitaria
    • tavolo di lavoro permanente
    • migliorare i servizi per gli studenti
    • tessera multiservizi 
    • aggiornamento professionale continuo del personale
    • ripensamento organizzativo e funzionale
    • Agenda digitale locale
Layout Settings